annuncio

Modulo annuncio
Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Le solite ingiustizie all'italiana

Modulo titolo pagina
Sposta Rimuovi Comprimi

Top utenti attivi

Modulo Top utenti attivi
Comprimi

Non ci sono utenti connessi.
X
Modulo Dettagli conversazione
Comprimi
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Le solite ingiustizie all'italiana

    Io sono una mamma e ormai non sono più alla ricerca di spiegazioni, ma posso solo continuare a constatare che, nella scuola come nella vita, le ingiustizie ci saranno sempre, Proprio ora apprendo che due compagni di mia figlia con un rendimento uguale o inferiore al suo sono ammessi con il 10 all'esame di terza media. La tristezza è che si tratta di una scuola paritaria, ma molto sensibile alle donazioni e alle famosissime 'leccate di c...'. Scusate, ma da ignorante non saprei dare una definizione migliore del fenomeno. Ora si tratta di superare brillantemente un esame che già puzza di fasullo, con la consapevolezza che i giochi sono già fatti e, per il godimento di alcuni meschini, altri meritevolissimi verranno schiacciati. Con buona pace del Santo al quale la scuola è dedicata. L'unica domanda che vi faccio è: come gestire il senso di impotenza che ti prende di fronte a tutto ciò? Io non ho alcuna intenzione di abbassarmi alle logiche vergognose alle quali ho assistito ma, allo stesso tempo, non so più se continuare ad insegnare a mia figlia, ancora più corretta di me, che la disonestà non porta a nulla e che conta solo quello che tu vali. In Italia non è così.
    Grazie a chi vorrà o saprà darmi qualche risposta.


  • #2
    Cara mamma anche io ho vissuto questi momenti ma ti assicuro che mai ho avuto un attimo dì esitazione....insegna a tua figlia di essere fiera di se stessa e rendila consapevole del fatto che prima o poi troverà chi saprà apprezzarla X quello che veramente è....chi è abituato a ottenere le cose con il merito sono sicura che in Italia o in qualche altra parte del mondo avranno giustizia...mio figlio ha vissuto qualcosa del genere ora è l'unico della sua classe che si è laureato e dopo una gavetta di 6 anni ora inizia a raccogliere i suoi frutti....mio figlio piccolo 23 anni deve conseguire ancora la tesi ma già lavora in una importante azienda bulgara......prima o poi i meriti arrivano.....è peggio X chi abituato a prendere sempre 10 senza meritarlo rendersi conto che forse non era poi così meritevole....quindi a testa alta e supporta e incoraggia tua figlia a dare sempre il meglio di se stessa.....troverà chi saprà riconoscerle i meriti....

    Commenta

    Sto operando...
    X